CHRISTUS. CORPUS. MYSTERIUM

Abstraktes und Figuratives in der religiosen Kunst

Astratto e figurativo nell'arte religiosa

Ausstellung - Mostra

Engelsburg - Castel Sant'Angelo

01-05./ 31-05-2015

Kloster Neustif - Abbazia di Novacella 

Vahrn, Bozen - Bolzano


Dall’anno della sua fondazione, nel 1142, l’Abbazia di Novacella è sempre stata un centro fiorente dell’arte sacra e religiosa. Dalla musica all’architettura fino alle arti rappresentative, tutte le epoche artistiche hanno lasciato la propria traccia. Per onorare questa tradizione, il Centro Convegni dell’Abbazia di Novacella organizzerà un convegno in programma il 2 maggio 2015 in collaborazione con gli artisti Filip Moroder-Doss di Ortisei e Filippo Rossi di Firenze. A fare da cornice al convegno sarà una mostra sul tema “Astratto e figurativo nell’arte religiosa – contrasto o integrazione?”, che rimarrà esposta dall’1 al 31 maggio 2015.

Entrambi gli artisti si sono già conquistati una certa fama nel loro ambito. Filip Moroder-Doss attivo nell’ambito dell’arte figurativa e Filippo Rossi come artista che esplora l’arte astratta. Dal confronto con queste due diverse espressioni e produzioni artistiche è nato a Novacella il desiderio di riflettere sul rapporto dialettico tra l’arte astratta e quella figurativa nell’ambito di un simposio scientifico. Un rapporto dialettico che va studiato da diversi punti di vista. In primo luogo, si tratta dello “sviluppo dell’arte sacra dal punto di vista storico” (facendo comunque attenzione al tema specifico del convegno). A sviluppare questo argomento sarà Mons. Timothy Verdon, direttore del Museo diocesano di Firenze e incaricato della Diocesi di Firenze per la Tutela dell'Arte Sacra e dei Beni Culturali Ecclesiastici.  

“Il significato dell’arte per la religione” è invece il titolo del contributo che Yvonne zu Dohna, professoressa di Storia dell’arte alla Facoltà di Storia e dei Beni Culturali Ecclesiastici alla Pontificia Università Gregoriana di Roma, darà al convegno. 

Di particolare interesse per il Centro Convegni dell’Abbazia di Novacella è l’aspetto biblico di questa tematica. Barbara Schmitz, professoressa di Antico Testamento alla Facoltà di Teologia cattolica dell’Università di Würzburg, porrà al centro della sua relazione la proibizione contenuta nell’Antico Testamento “Non farti scultura né immagine alcuna”. 

Infine, il convegno offrirà una riflessione sul tema del ‘significato ecumenico dell’arte sacra nella dialettica tra astratto e figurativo’. A questo proposito interverrà Jerome Cottin, professore di Teologia pratica alla Facoltà di Teologia protestante dell’Università di Strasburgo. Al termine di questi quattro interventi ci sarà la possibilità per il pubblico di dialogare con i relatori e le relatrici e gli artisti. 

La mostra di Filip Moroder-Doss e Filippo Rossi al Castel S. Angelo dell’Abbazia di Novacella aprirà il giorno precedente il convegno e cioè il 1 maggio 2015. 

Il convegno e la mostra si rivolgono in particolare ad un pubblico di artisti, architetti, responsabili di enti ecclesiastici, persone interessate al tema sul piano professionale e/o privato, provenienti da Italia, Germania, Austria e Svizzera. Durante l’evento è prevista la traduzione simultanea tedesco-italiano.


Scarica catalogo